Un’idea rinfrescante per l’estate: gazpacho di melone e menta

Nella cultura spagnola il gazpacho è una zuppa fredda tradizionalmente composta da verdure. Il classico gazpacho è quello andaluso, preparato con peperoni, pomodori, cetrioli, cipolla, pane raffermo, acqua e aceto. Quando ho visitato
l’Andalusia ne ho assaggiato uno buonissimo dove avevano aggiunto dei cubetti di pane croccante. So che in alcuni posti aggiungono anche dell’uovo sodo sbriciolato oppure dei cubetti di ghiaccio se l’intenzione è quella di servire un gazpacho dalla consistenza più fluida da bere. Io lo mangiai accompagnato a del buonissimo jamón serrano e a vino tinto all’arancia (anche quello freddo!!). Devo dire che in giornate calde e assolate, un gazpacho freddo è quello che ci vuole.
Alla base del gazpacho c’è sempre e comunque il pane in cassetta ammorbidito in acqua e aceto; poi ognuno può decidere gli altri ingredienti in base ai gusti personali.  Ho preso questa ricetta dal libro Gazpacho di Guido Tommasi Editore, fa parte della collana variazioni golose che trovo davvero interessante. I libri di questa collana sono poco impegnativi, easy, diretti e pieni di spunti interessanti.
Ingredienti per 4/6 persone:
1 melone maturo
4/5 foglie di menta fresca + alcune per decorazione
1 cucchiaio di miele
1 bicchiere di acqua
2 fette spesse di pane del quale utilizzare solo la mollica
4/5 cucchiai di aceto di vino rosso
Olio EVO

 

Tagliate il melone e la mollica di pane a pezzetti e metteteli a macerare insieme all’aceto in un’insalatiera. In un pentolino scaldate l’acqua, il miele e le foglie di menta e portate a leggera ebollizione. Fate intiepidire il liquido prima di unirlo ai restanti ingredienti. Lasciate macerare il tutto per almeno 3 ore o per tutta la notte in frigo. Frullate con il mixer fino a ottenere una crema morbida aggiungendo gradualmente l’olio extra vergine d’oliva q.b., aggiungete a piacere dell’acqua per renderlo più o meno denso (a seconda dei gusti il gazpacho si può bere o gustare al cucchiaio). Servitelo freddo in bicchierini o ciotoline. Buonissimo da accompagnare a degli spiedini di frutta fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *