Schiacciatine con maggiorana e pomodori secchi

Lascio un post velocissimo in questa giornata piena di cose da fare. Se vi avanza l’impasto della pizza o se, semplicemente, vi va di preparare qualcosa per una merenda, un buffet o un pic nic allora segnatevi questa idea. A parte il dover attendere i tempi di lievitazione la ricetta è di una semplicità assurda! 
Piccola nota: se potete, preparate l’impasto almeno un giorno prima e usate meno lievito di quello indicato. La dose scritta sotto è adatta se preparate le schiacciatine in giornata. Ovviamente chi ha il lievito madre lo usi, verranno sicuramente più buone. Io ancora non mi sono cimentata nella preparazione del lievito in casa ma l’ho segnata tra le cose da fare per questo inverno. 

Ingredienti per 8/10 schiacciatine:
400g farina forte
200ml circa di acqua tiepida  
10g di lievito di birra
50g di pomodori secchi 
maggiorana q.b.
olio evo
sale fino e grosso
melanzane grigliate
pomodorini
mozzarelline
pasta di acciuga
origano

Sbriciolate il lievito nell’acqua tiepida e fatelo sciogliere completamente. Amalgamate la farina con una buona presa di sale. Ricordatevi che il sale inibisce gli effetti del lievito, di conseguenza se lo si unisce prima alla farina non si corrono rischi. Aggiungete l’acqua col lievito e cominciate a lavorare gli ingredienti con le mani; aggiungete anche un giro di olio evo e continuate fino a ottenere un impasto omogeneo dalla superficie liscia. Utilizzate altra farina per aiutarvi (senza esagerare). Mi raccomando, metteteci una buona forza, stendete e raccogliete l’impasto con energia  fino a quando non si appiccicherà più alle dita. Chi avesse il robot da cucina è ovviamente avvantaggiato. Formate una palla, mettetela in una ciotola, incidetela a croce e lasciate lievitare qualche ora coperta da uno strofinaccio umido. Lavorate di nuovo l’impasto e incorporatevi i pomodori secchi tritati e della maggiorana. Rimettete a lievitare per un’oretta circa. Dividetelo poi in piccole palline, disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno e distanziatele di pochi centimetri l’una dalle altre. Schiacciatele leggermente con le dita e bucatele con la forchetta. Ungetele con una emulsione di olio e acqua, sia sopra che sotto e salatele in superficie con del sale grosso. Infornate a 220° fino a doratura.  
Potete mangiarle vuote (buone ugualmente) o farcirle a piacimento. Io le ho farcite con della pasta di acciuga, delle melanzane grigliate e insaporite con aglio e origano, pomodorini e mozzarelline. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *