La mia colazione preferita

È stata una torta serale improvvisata, dettata dall’esigenza di far fuori la panna (prossima a scadere) e delle uova fresche di gallina regalatemi da mia madre. In verità la prima idea era quella di preparare dei biscotti con cioccolato e nocciole (e c’è ancora, quindi a breve li farò) ma la sera dopo cena ero troppo stanca per infornare più volte. Avevo bisogno di qualcosa di più veloce da poter mangiare la mattina a colazione.   

Visto che per anni ho preparato sempre il solito plumcake allo yogurt e gocce di cioccolato (della serie ricetta che vince non si cambia), allora ho preso ispirazione e ho cominciato a fare un po’ di conti sulle possibili dosi da utilizzare (si perché io nei dolci vado a occhio fino a un certo punto, faccio dei calcoli tutti miei sulla quantità di polveri e grassi da bilanciare per ottenere un dolce ben equilibrato, poi molto gioca l’istinto). Il risultato è stato un plumcake soffice e “duraturo” (anche a distanza di due giorni era sempre morbido come appena sfornato), dolce ma per niente stucchevole. Ho utilizzato un po’ di cocco insieme alla farina perché mi
avanzava anche quello, ma potete anche non adoperarlo. Sono queste le soddisfazioni maggiori, quando improvvisi un dolce e scopri che è venuto proprio come lo volevi. Allora non lo molli più e ti sbrighi a segnarti le dosi prima di scordartene (perché mi è successo, più volte).  Questo plumcake non mi abbandona più da una settimana, una volta finito lo ripreparo.

Ingredienti:
3 uova
250g di farina (oppure 200g di farina + 50 g di farina di cocco)
120g di zucchero di canna
1 bustina di lievito
250ml di panna liquida
zucchero a velo 

Sbattete bene le uova con lo zucchero. Aggiungete poi le polveri e da ultimo la panna che ammorbidirà il vostro impasto. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e sbattete con la frusta elettrica per qualche minuto. Foderate uno stampo da plumcake classico, oppure imburratelo e infarinatelo. Riempitelo con il composto fino a poco più di metà e cospargete la superficie di zucchero di canna (otterrete così una crosticina buona e leggermente croccante). Infornate a 180° per mezzora. Fate la prova dello stecchino per controllare che sia cotto. Servite spolverizzato di zucchero a velo o cacao.

7 Commenti

  1. Rispondi

    Carla

    7 settembre 2014

    Che bello questo plumcake. Posso chiederti di che misura è il tuo stampo?
    Grazie.
    Carla

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      8 settembre 2014

      Ciao Carla, grazie! Io ho due stampi uno classico da 25cm e alto circa 7; un altro un po' piu corto e alto. Dei due preferisco il primo, per il secondo è meglio riempirlo con meno composto e cuocerlo qualche minuto in più.

  2. Rispondi

    Ilaria Guidi

    5 ottobre 2014

    Buongiorno Francesca 🙂 hai un blog bellissimo! Complimenti di cuore…e poi questo plumcake…uau!! 🙂
    Un bacione!
    Ila

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      5 ottobre 2014

      Ciao ilaria. Grazie di cuore. Io ti ho scoperto da poco ma ti ho già messo su feedly per seguirti meglio! 😉 Questo plumcake l'ho dovuto fare due volte in 4 giorni, è stato spolverato troppo in fretta!

  3. Rispondi

    patriziamiceli

    16 ottobre 2014

    Be mi sa che dopo gli gnudi faro' anche questo 😉

  4. Rispondi

    Stefania

    17 ottobre 2014

    Sono capitata qui per caso, cercando si internet una ricetta da plumcake allo yogurt. Le tue foto mi hanno talmente convinto che ho provato a fare la tua ricetta. I miei bimbi l'hanno divorata. La rifarò sicuramente. Complimenti.

    Stefania

  5. Rispondi

    Francesca P.

    4 novembre 2014

    Stampo bellissimoooooo! Dovevo dirtelo! 🙂

    (come vedi sto passeggiando con piacere nel blog, sei una bella scoperta!)

LASCIA UN COMMENTO

RELATED POSTS