Le convinzioni della vita e una torta di mele

A volte si parte convinti di andare in una determinata direzione e poi inevitabilmente si cambia percorso. Ciò che nutre la mia determinazione è la
convinzione che quel tragitto sia il migliore da intraprendere. Penso succeda a tutti. Le convinzioni però sono esseri mutevoli, per me più che mai. I motivi sono molteplici, anzi infiniti, e spesso e volentieri alla fine di un percorso mi ritrovo in testa una valanga di domande sul perchè ho cambiato e come sarebbe stato se non lo avessi fatto. Anche a distanza di anni alcune domande non trovano risposta, è per questo che ho la testa annodata dai pensieri. Rimorsi e rimpianti fanno poi parte della vita di tutti.
Questa cosa mi è successa con l’istruzione, con il lavoro, con le amicizie e con l’amore…eh si, qui la situazione si fa interessante perchè in due anni ho rivoluzionato la mia vita attraversando un periodo di emozioni frenetiche in cui davvero credevo in tutto e non credevo in niente perchè le mie certezze venivano abbattute una dopo l’altra. Ma non era forse Nietzsche a dire che “le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità“?, forse le mie sono cadute proprio per scoprire quelle verità che hanno portato alle più grandi delusioni della mia vita in campo sentimentale, ma che mi hanno donato dei grandi insegnamenti.

Ci sono convinzioni che durano un giorno, altre che possono durare una
vita. Tra le mie certezze, per ora, c’è la mia passione per la cucina e il fatto che una torta di mele risolleva sempre il morale. E’ un buonissimo inizio di giornata o la fine migliore quando dopo cena ci scappa una fettina sotto la luce soffusa del salotto.
Questo dolce è nato a un’idea che piano piano si è trasformata. Inizialmente volevo fare una torta con la panna, mancando quella ho pensato al latte caldo aggiungendo una noce di burro, infine ho aggiunto le mele, la farina di mandorle, un pizzico di cannella, ecc…come direbbe la cara Laura, questa ricetta è stata un “divenire” lento di ingredienti, di idee, pensieri e ispirazione. Sono partita con la convinzione di fare una torta e poi ho cambiato percorso. 

Ingredienti:
175g di farina bianca
75g di farina di mandorle
8g di lievito per dolci
3 uova
150g di zucchero
110g di latt
60g di burro
2 mele golden  piccole
cannella in polvere a piacimento

Procedimento: 
Sbattete energicamente
le uova con lo zucchero. Unite la farina bianca setacciata, la farina di
mandorle e il lievito per dolci. Mescolate bene tutti gli ingredienti. In un
pentolino fate sciogliere il burro nel latte senza portare a ebollizione. 
Versate il liquido a filo sul composto e con l’aiuto di una spatola (non con le
fruste elettriche) amalgamate bene il tutto. Aromatizzate a piacimento con un
pizzico di cannella in polvere. Sbucciate e tagliate le mele a fettine sottili e
unitele al composto.  Rivestite una
tortiera da 20cm con della carta forno e versateci il composto. Infornate a
160° per circa 40 minuti. Dopo una mezzoretta controllare il vostro dolce, in
base al forno che avete potrebbe cuocere prima. Fate la prova dello stecchino.
Spolverizzate con abbondante zucchero a velo e servitela tiepida o fredda.
 

9 comments

  1. E con la torta hai dimostrato che i cambi di percorso spesso portano solo migliorie!
    E ora scusa, ma te ne rubo una fetta 🙂 buona domenica!

    1. é vero, a volte cambiare percorso porta a qualcosa di positivo!;-)

  2. E mi piace tanto il tuo divenire, nella vita e in cucina. Non esistono schemi, si seguono le sensazioni, i profumi e i colori, si vive alla giornata. E si apprezza ogni cosa in questo modo, si vive tutto più intensamente.
    Questa torta è pazzesca. Sento un'irrefrenabile voglia di venire a bussare alla tua porta, sedermi alla tua tavola..una fetta di torta di mele (il mio dolce preferito in assoluto), un caffè nero bollente e tante chiacchiere.
    Un abbraccio fortissimo

    1. Ti accoglierei a braccia aperte! <3

  3. Come sono d'accordo con te: una torta di mele è sempre un'ottima idea, sia a colazione, che dopo cena, adoro! E la tua mi sembra davvero ottima, non ci saranno mai troppe torte di mele da provare, allora proverò anche la tua.
    Baci!

    Gelmina

    1. Le torte di mele sono infinite….e questa cosa mi piace un sacco!

  4. Tante volte con le nostre convinzioni siamo i peggiori nemici di noi stessi e per aprire gli occhi abbiamo bisogno di cadere e farci male. Una torta di mele però risolleva il morale a partire da quando si pesano gli ingredienti fino all'ultima briciola 🙂
    La morbidezza di questa torta di vede persino dalle foto e sono curiosa di provare la tua ricetta!
    Francesca, mi piace tutto qui e tornerò presto a trovarti!
    Virginia

  5. Questa torta mi perseguita da qualche giorno, mi perseguita per la sua infinita bellezza e per il gusto che immagino debba avere? Francesca davvero tanti complimenti, é stupenda! Io incornicerei una foto accanto a quelle di famiglia!

  6. Ma io dico: com'è possibile aver completamente ignorato il tuo blog fino ad ora?? Il tempo che spendo su Pinterest non è del tutto perso allora! Complimenti davvero per questo spazietto, da ora avrai una follower in più 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *