Pane Vino & Zucchero

Annulla e sostituisce la precedente. Mi spiego meglio. Su questo blog era già presente una ciambella allo yogurt ma non tutte le persone che l’hanno provata hanno ottenuto un buon risultato. Per l’esattezza due persone mi hanno riferito che non era gonfiata bene sebbene siano state attente alla temperatura del forno e al tempo di cottura. Chi mi conosce bene bene bene (tipo mia mamma) sa che queste cose mi “sconvolgono” e mi colpiscono nell’orgoglio. Così ho chiamato mamma e le ho detto “dammi la ricetta della TUA torta di yogurt, quella di sempre”. Lei mi ha dato due ricette in verità, questa e una con le dosi in vasetti (chi non ha una ricetta in “vasetti”?). Bene, questa è stata collaudata tante volte sia da me che da mia madre (che oltretutto la prepara per l’agriturismo per cui lavora e di cui spero di parlarvi presto perchè è davvero un bel posto). Altre persone l’hanno testata positivamente, ergo non si può sbagliare!Così ho deciso di metterla a disposizione di tutti. Perchè è sempre bene avere nel proprio archivio una ricetta così, di quelle che ti salvano la serata, la colazione o lo yogurt in scadenza. Inoltre basta poco per renderla una torta importante: un bel piatto di portata, una forma particolare o un accompagnamento speciale (una crema inglese calda e il gioco è fatto).

Ingredienti:
200g di zucchero
200g di farina bianca per dolci
4 uova
125g di yogurt (bianco dolce o a un gusto a piacere)
1 bustina di lievito
½ bicchiere di olio di oliva o di semi (no evo)

Procedimento: sbattete bene le uova con lo zucchero. Unite lo yogurt e tutte le polveri setacciate. Mescolate bene (a mano o con le fruste elettriche) per amalgamare tutti gli ingredienti stando attenti che la farina non abbia fatto grumi. Da ultimo aggiungete l’olio. Continuate ad amalgamare fino a quando non otterrete un composto liscio e morbido. Imburrate e infarinate una tortiera della forma che desiderate oppure rivestitela di carta forno. Versateci il composto e infornate a 180° per una mezzoretta. La cottura dipende dalla grandezza e dalla potenza del forno, nonché dal materiale di cui è fatta la vostra tortiera, quindi la tempistica potrebbe variare di qualche minuto.  Fate la
prova dello stecchino per verificare la cottura e comunque non aprite il forno durante la lievitazione nei primi 20 minuti.

Io ho utilizzato uno stampo da bundt cake da 24cm di diametro e 10cm di profondità.

 

13 Commenti

  1. Rispondi

    Marghe

    17 marzo 2015

    I dolci semplici a volte sono i piuù complicati, perchè basta una nota sbagliata ed emerge subito. Questa ciambella mi sembra perfetta e in più questa foto le rende perfettamente giustizia!
    Un abbraccio e buona rapida guarigione 🙂

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      30 marzo 2015

      Ciao Margherita! Hai ragione, a volte le cose semplici possono dimostrarsi più insidiose. Non sai quante volte ho spiegato a delle amiche l'importanza di alcuni passaggi. Nei dolci niente è da sottovalutare. Grazie di essere passata!

  2. Rispondi

    Michela Sassi

    17 marzo 2015

    Assolutamente meravigliosa… candida e soffice, poi le tue foto la rendono ancora più bella!
    Stavo giusto cercando una ricetta per una torta da portare in ufficio… questa è perfetta!
    Bravissima e un bacione!

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      30 marzo 2015

      Michela, non ci crederai ma iol'ho fatta apposta da portare in ufficio. Finita in mezz'ora. Tante colleghe l'hanno rifatta. Insomma, un successo!

  3. Rispondi

    Alessia Mirabella

    17 marzo 2015

    Posso dire che la sento un po' mia, questa ricetta? Frà, è meravigliosa, certo, l'ingrediente segreto qui è il brufen, e non mi sembra di leggerlo nella ricetta, che fai la vaga? 🙂 Se fossi lì ti abbraccerei stretta stretta, mangeremo a non finire guardando American Beauty, che dici?
    Un bacio grande portento della natura <3

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      30 marzo 2015

      Ultimamente un po' tutte le ricette hanno il tuo zampino….anzi la tua influenza. Se è venuta bene è anche merito tuo, non solo del Brufen! Bella la mi Ale!

  4. Rispondi

    Alessia Mirabella

    17 marzo 2015

    Pardon, mangeremmo, mi son persa una m… 😀

  5. Rispondi

    Mila

    18 marzo 2015

    Morbidosissima, davvero una bella idea per la colazione!!!

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      30 marzo 2015

      Leggendomi piano piano capirai che il mio forte sono propri le torte da colazione. Nè infornerei una diversa ogni sera per avere sempre una colazione coi fiocchi!

  6. Rispondi

    Laura

    21 marzo 2015

    Ma quanto è bella questa torta!Io ho una passione per gli stampi particolari, ne ho svariati con cui sforno dolci per la colazione che non fotografo mai perché alla fine finiscono sempre… anzi a breve vedrai una foto con una sola fettina 😉 La torta allo yogurt è adorabile e poi si presta a così tante variazioni aromatiche: caffé, cacao, cannella… che meraviglia!Un abbraccio cara e visti i nostri orari mattutini buona colazione a te!:-D

    • Rispondi

      panevinoezucchero

      30 marzo 2015

      Rispondo in ritardo e me ne scuso tantissimo! Ho visto la tua "fetta" di torta e il tuo caffè sbagliato. Mi incanti ogni volta….e ogni volta penso che sarebbe bellissimo poter mangiare una fettina di torta insieme sorseggiando un tè (propongo earl grey aromatizzato al bergamotto, che ne dici?).

  7. Rispondi

    lapetitecasserole

    21 marzo 2015

    Come mi piace l'atmosfera rilassata e pacata che sai dare alle tue foto… questa torta é bellissima… per non parlare di quei piatti!

  8. Rispondi

    panevinoezucchero

    30 marzo 2015

    Grazie Marghe! L'atmosfera è un po' quella che si respira a casa mia, molto intima (perché tengo tantissimo alla mia privacy) e pacata…perché solo tra le mura di casa riesco davvero a rilassarmi. Quei piatti sono di Villa d'este in plastica rigida, uno spettacolo! Se rientri a Firenze li trovi sicuramente in qualche negozio (altrimenti chiedi a me e ti dico dove). Li vendono anche songolarmente!?

LASCIA UN COMMENTO