Spaghetti senatore cappelli con crema di zucchine, basilico e feta

Pare proprio che il verde sia il colore del mese, la mia dispensa ne è piena e anche i miei piatti: baccelli, piselli freschi, zucchine, basilico, erbe aromatiche, insalata, peperoni dolci, ecc. I piatti sono sempre ben riusciti, come questi spaghetti dell’ultimo minuto, preparati con ingredienti freschi del momento. Poi c’è la feta, che adoro, che mi fa tanto estate e che riesce a dar sapore a molti miei piatti.

Vi lascio un’idea veloce e buona che con veramente poco tempo porterà in tavola colore e bontà. Al posto dei pinoli potete provare i semi di zucca, e se avete i fiori delle zucchine utilizzate anche quelli (io li ho fritti la sera prima :-D), magari come guarnizione croccante.

Pasta senatore cappelli con crema di zucchine, basilico e feta

per 4 persone
400g di spaghetti (per me senatore cappelli artigianali)
6 piccole zucchine
1 scalogno
vino bianco o brodo vegetale
100g di feta (facoltativa)
100g di pinoli
qualche foglia di basilico
olio evo, sale e pepe q.b.

Pulite le zucchine, tagliate le estremità e grattugiatele. In una padella fate soffriggere dolcemente in poco olio lo scalogno affettato finemente, stando attenti a non bruciarlo. Aggiungete le zucchine e fate sfumare con un goccio di vino bianco o brodo vegetale. Salate e pepate. Aggiungete poi qualche foglia di basilico spezzata grossolanamente con le mani. Cuocete per cinque minuti a fuoco medio. In un altra padella fate tostare i pinoli senza bruciarli. Mettete su l’acqua per la pasta, salatela. Frullate velocemente le zucchine con metà dei pinoli. mettete da parte. Cuocete gli spaghetti, scolateli e conditeli con il pesto di zucchine e i pinoli rimanenti. Da ultimo aggiungete la feta sbriciolata e un filo d’olio. Buon appetito.

2 comments

  1. cara cara la mia Francesca!Oggi mi sono consolata con questo tuo piatto quando ho capito che le previsioni del tempo avrebbero minacciato il nostro incontro 🙁 peccato!Però ci rifaremo, ne sono sicura!;-)

    1. Carissima Laura, non sai quanto mi è dispiaciuto. Ero felicissima di poterti finalmente incontrare, sia te che il fortunato Mr Russo! Che poi in fondo non è stato tanto pessimo il tempo, ha fatto solo un po' di bizze (vicino a Firenze ogni tanto spuntava il sole, da Giulia non so). Sono già due volte che i piani saltano, ma sono stra convinta che riusciremo a incontrarci e a fare una sana lunga chiacchierata! E sono convinta che avrò talmente tante cose da dire che mi sentirò il petto pieno di aria tanto da non sapere da dove iniziare! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *