TORTA DI RICOTTA E MANDORLE

 

Questo week end appena passato sono rimasta a casa. Niente mare, il tempo è stato un po’ ballerino, e poi ogni tanto bisogna anche pensare a spuntare quella lista lunghissima di cose da fare e che a un certo momento non è più possibile rimandare.

Dopotutto sono stati due giorni pieni ma lenti che mi hanno permesso di fare molte cose, anche in cucina. Sono tornata a cucinare fitta fitta come ormai non succedeva da un mesetto. Melanzane gratinate, roastbeef, pizza, pane,  torta di ricotta, ecc.  Ci sarebbero voluti un altro paio di giorni così, spensierati ma impegnati; ma non lamentiamoci…tra un mese sarò finalmente in ferie per due settimane e il mare dell’Elba mi aspetta. Se ci penso quasi mi emoziono perché le vacanze le faccio una volta l’anno e il 2016 diciamo che è praticamente saltato per varie e eventuali, quindi sì…non vedo l’ora! Come al solito mi faccio già tanti piani mentali: andremo lì, poi di là, faremo anche trekking, voglio mangiare in quel posto, l lunedì andremo in quella caletta,  ecc…ma la verità è che ci arriveremo talmente stanchi che vivremo alla giornata, improvvisando lì per lì. Che, diciamolo, non fa neanche male abbandonare gli schemi mentali di tanto in tanto.

Per questa buonissima torta ho ripreso la ricetta del classico ciambellone alla ricotta di mamma Brigida, detto l’intramontabile, e l’ho leggermente modificato inserendo una parte di farina di mandorle e della frutta fresca con scaglie di mandorle a guarnire. Il risultato non delude mai, ha la consistenza che piace a me, tipica dei dolci da colazione consistenti e che non lasciano insoddisfatti. Io ho usato delle albicocche ma potete prepararlo senza niente o con altra frutta a scelta (mele, pere, pesche) o con scaglie di cioccolato, perché no.

TORTA DI RICOTTA E MANDORLE CON FRUTTA FRESCA

Ingredienti:
250g di ricotta fresca
250g di zucchero
200g di farina
100g di farina di mandorle
100g di burro oppure 80g di olio di semi
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
3 albicocche (o altra frutta a scelta tra mela, pesche, susine, ecc.)
mandorle a scaglie e zucchero di canna per guarnire

Iniziate ad amalgamare la ricotta con lo zucchero fino a formare una crema omogenea. Unite le uova, il burro sciolto a bagnomaria e, da ultimo, le polveri. Mescolate bene per qualche minuto. Distrbuite l’impasto in una tortiera da 20cm di diametro o in uno stampo da ciambella se preferite. Livellate con il mestolo o un cucchiaio. Dividete a metà le albicocche e tagliatele a piccoli spicchi. Disponete quest’ultimi a raggio sopra l’impasto. Cospargete la superficie di mandorle a scaglie e zucchero di canna. Infornate a 180° per circa 40 minuti (la tempistica dipende anche dal forno), fate la prova con lo stecchino per vedere se è ben cotto. Lasciate raffreddare e sformate.

2 comments

  1. Io al contrario di te, tornerò a breve dalle vacanze: una lunga pausa da pensieri e stress quotidiani e l’unico pensiero che mi addolcisce il rientro è sapere di rimettere piede tra i fornelli e le cianfrusaglie della mia cucina.
    E credo che tornerò proprio cucinando una torta in barba alla calura estiva. Una bella torta come la tua.
    Che foto poetiche…
    Ti auguro una bella vacanza…ma non lasciarci troppo soli 😉

    1. Grazie Debora. A me in estate il forno non fa paura. Certo, quando si toccano i quasi 40 gradi si ha meno voglia di stare ai fornelli, ma la passione per la cucina e il suo potere terapeutico vanno oltre i gradi centigradi. Io non vedo l’ora di finire questo periodo di forte stress lavorativo, starò un po’ lontana dal blog…ma solo per riposarmi e ricaricare le pile, in vista di nuove ricette! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *