Pane Vino & Zucchero

Questa crostata non ha bisogno di molte presentazioni. E’ sincera, dalla bontà trasparente. Ha il sapore dell’infanzia, delle colazioni abbondanti, delle merende di ritorno da scuola. Insomma, ha il sapore di casa. La crostata nella mia mente è legata a doppio filo alla figura di mia madre: è sua la ricetta della frolla, è quella che mangio fin da piccola e che tradisco rarissime volte. E’ una base perfetta sia per le crostate classiche che per biscotti occhi di bue. Gli stessi che da piccola ammiravo nelle vetrine delle pasticcerie e finivo per mangiarli e trovarli totalmente diversi da quelli di casa. In effetti, ho sempre considerato i dolci da pasticceria una eccezionalità, abituata, come sono sempre stata, a mangiar bene tra le mura di casa.  

Ecco, quindi, che questo post vuole celebrare la semplicità e la geniunità, che in cucina non deludono mai. E spero altresì che serva di incoraggiamento a tutte quelle persone che non preparano la frolla perchè pensano sia troppo difficile. Non è difficile, provateci.  Io ho avuto una grande maestra a riguardo, ovvero mia madre. Quando preparavo le prime frolle mi ripeteva sempre di lavorare sempre l’impasto velocemente per non scaldarlo e di lasciarlo riposare bene in frigo, minimo mezz’ora, ma ancora meglio qualche ora. E questi stessi consigli ve li do anche io.

Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto un saggio riesce a vederle.
(Paulo Coelho)

Crostata con confettura di albicocche e mele

Ingredienti:
per la frolla
250 g di farina
125 g di burro morbido tagliato a pezzettini
1 uovo intero
1 tuorlo
100 g di zucchero
scorza di limone (facoltativa)
per la farcia
2 mele golden o renette
4/5 cucchiai di confettura di albicocche
zucchero di canna q.b.

Procedimento: preparate la frolla. Versate la farina a fontana su un piano, o se preferite in una ciotola. Al centro mettete il burro ridotto a tocchetti, le uova e lo zucchero, poi mescolate tutto con la punta delle dita. Il burro deve essere morbido e non sciolto altrimenti avrete problemi nell’amalgamare l’impasto. Continuate a lavorare gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo. Formate una palla e mettetela a riposare in frigo per almeno una mezz’ora. Cercate di lavorare velocemente l’impasto, anche se non risulterà subito liscio non vi preoccupate, dopo averlo fatto riposare basterà reimpastarlo un attimo per ottenere una frolla perfetta. Nel frattempo sbucciate le mele, togliete i torsoli e tagliate degli spicchi sottili. Metteteli in una ciotola e irrorateli con del succo di limone per far sì che non si anneriscano. Riprendete il vostro impasto dal frigorifero, infarinate il piano di lavoro e stendete la pasta col mattarello dello spessore di pochi millimetri. Trasferitela in una tortiera, tagliate i bordi in eccesso e bucherellate il fondo con una forchetta. Farcite con la confettura di ambicocche e con gli spicchi di mela. Cospargete la superficie di zucchero di canna e infornate a 180° per circa 30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di consumarla. E’ possibile lucidare la superficie con altra confettura di albicocche leggermente riscaldata. Evitate la colla di pesce.

LASCIA UN COMMENTO