Si ricomincia da qui, da una crostata di pesche

Ferragosto se ne è andato e con esso anche le mie ferie. Non sono state lunghissime, posso dire di essermi riposata ma non abbastanza, per riposarmi mentalmente mi sarebbe servito qualche altro giorno (si dice sempre così, ma a voler essere obiettivi due settimane passano in fretta). Però sono riuscita a leggermi ben tre libri in dieci giorni, deviando i miei pensieri altrove; attività che non facevo da un bel po’, ma che ho felicemente ri-scoperto; è oltretutto un buon metodo per scacciare l’ansia. Ho alternato romanzi a riviste di cucina e questo ha riacceso la mia fantasia e mi ha fatto venire in mente un sacco di idee e una voglia matta di impastare!

Mi sono però accorta di mancare da un bel po’ qui sul blog; questo non per poca voglia di cucinare ma per una serie di sfortunati eventi che mi hanno impegnato un po’ negli ultimi due mesi. Il peggio è passato, ho ripreso di nuovo possesso della mia casina e del pc per scrivere.

Continua a leggere

Cake allo yogurt con farina integrale e ciliegie

Ho notato che spesso, sul blog, mi viene naturale parlare del tempo che non basta mai e delle colazioni che vorrei non avessero mai fine. E sebbene il primo sia un argomento molto vasto, di sicuro il secondo in parte ci rientra, è una retta che talvolta si interseca con l’altra, soprattutto quando mi lamento silenziosamente della mancanza di tempo per fare una colazione come si deve. Il fatto è che la mattina ci nuoterei nella mia tazzona di caffellatte, coccolata dal calore e dal profumo di caffè, con la testa ancora assonnata e le spalle che pregano per tornare qualche minuto a letto.

Continua a leggere

Ciambella sofficissima alla panna

 
Faccio capolino dopo quasi un mese, un mese lungo, impegnativo, fatto di alti e bassi, di soddisfazioni e di preoccupazioni, di sorrisi e pianti,  insomma, un mese intenso. Avevo perso un po’ la vena di fotografare e pubblicare, ma non quella di cucinare, sebbene per qualche settimana non abbia avuto molto appetito. Ma adesso è tornato, come la mia voglia di essere più presente su questo spazio. Voglia che sarà difficile soddisfare dato il sempre meno tempo a disposizione e un trasloco alle porte, ma farò il possibile per condividere le mie imprese migliori.

Continua a leggere

Occhi di bue alla frolla integrale aromatizzata alla cannella

Avrei dovuto intitolare questo post “Frolla quanto ti amo!” perchè a dire la verità è il mio più grande amore nella categoria dolci. Sarà che mia mamma è una impastatrice folle, sarà che sono cresciuta a crostate e biscotti, fatto sta che adoro quel sapore dolce e burroso che si unisce alla confettura o alla crema pasticcera. Per me non esiste colazione migliore di una buona crostata fatta in casa, ma capisco che spesso sia più semplice e immediato fare un quattro quarti o un ciambellone allo yogurt (entrambi sempre ben accetti, sia ben chiaro), sopratutto per chi non ha tanta dimestichezza. Oltretutto sono una rompiscatole numero uno in fatto di cottura: un po’ più di colore e non la mangio, mi è amara in bocca e perde parte del suo gusto. Mia mamma dice che sono troppo “ficosa”, come per la schiacciata con l’uva che ha i semi. Qualche difettuccio ce l’avrò anche io, no?!

Continua a leggere

Frollini alle mandorle e limone

Tra poche settimane è Natale, e di conseguenza anche il mio compleanno, che cade per Santo Stefano. Tra le altre cose quest’anno smetterò di essere una ventenne e quindi dovrò attutire il colpo, non tanto per l’anno in più in anagrafe quanto per tutti i discorsi e le raccomandazioni che amici e parenti mi faranno. 😛 Ma io sono già pronta!
Dicembre mi è sempre piaciuto, per la sua atmosfera e per la tradizione che ogni anno si ripete. E come ogni anno io preparo biscotti, mi dedico all’impasto e alle infornate come se non ci fosse un domani per creare piccoli doni golosi da regalare alle persone più care. Non ho mai tenuto a ricevere i regali, ma a me piace farli dedicando il mio tempo nel confezionare golosità da condividere insieme.
E in un certo qual modo pubblicare le mie creazioni è come regalare a chi mi segue una parte di me. Non avrò modo di pubblicare tutto ciò che cucino, ma farò il possibile.

Continua a leggere

Life begins after coffee. La torta perfetta per ogni risveglio

Sono stata indecisa se pubblicare questa ricetta, per via delle foto fatte di fretta e furia, in condizioni precarie, del poco tempo avuto a disposizione. So che “veloce” e “bene” non sempre vanno a braccetto, ma la verità è che questa torta è davvero troppo buona per non essere condivisa e di questo passo, se stessi sempre dietro al tempo che scorre e che condiziona inevitabilmente la mia quotidianità, mi ritroverei a dover abbandonare questo spazio, a cui però tengo davvero tanto. Sono convinta che i miei lettori più fedeli, che mi scrivono e mi inviano foto delle ricette che pubblico, perdoneranno le mie assenze e le mie foto imperfette.

Continua a leggere

TORTA CON FARINA DI CASTAGNE E CIOCCOLATO

Adoro il cioccolato, fondente, al 70%. Ne tengo sempre una scorta in casa e di tanto in tanto la sera ne stacco un pezzetto e me lo gusto con un sorso di caffè, freddo o caldo. E’ risaputo anche che ho un debole per le torte al cioccolato o qualsiasi torta ne contenga solo un po’.  Una sera, mezzanotte, non dormivo. Ero sola in casa e non avevo nessuna intenzione di andare a letto. Mi sentivo irrequieta, mi mancava qualcosa, provavo a leggere ma avevo la testa altrove, quindi mi dirigo verso la dispensa e stacco un pezzetto di cioccolato, mi risiedo sul divano apparentemente soddisfatta. Non lo ero. Mi apparecchio la tavola per la colazione dell’indomani (abitudine del mio LUI) e mi accorgo di avere “solo” i fiocchi d’avena. Male male male. Ci vuole una torta.

Continua a leggere

:::Welcome Autumn::: cake alle mele con farina di kamut e nocciole

Aspettavo da tempo di preparare una torta di mele. Aspettavo che cambiasse il tempo, che la nuova stagione si facesse sentire un po’ di più. E, sebbene io odi fortemente il vento freddo che mi scompiglia i capelli e me li annoda tutti (colpa di mio padre da cui ho ereditato un capello tanto fine da attorcigliarsi con niente), c’è sempre qualcosa di confortante nell’autunno che mi fa sopportare sia il vento che la pioggia. E quel confortante, ho scoperto poi col tempo, è racchiuso, tra le altre cose, nella possibilità di accendere il forno più frequentemente, mettere su qualche zuppa, impastare la frolla senza avere le mani troppo calde per farlo, sfornare un pane, un arrosto o…una torta di mele.

Continua a leggere

Ciambella mandorle e limoncello

Comincio a sentire la nuova stagione che avanza, lo vedo da ciò che cucino oltre che a godere dell’aria frizzantina della mattina. Il forno comincia a lavorare sodo nel fine settimana tra pani, arrosti e torte da colazione. E dopo il pane e la schiacciata con l’uva della scorsa settimana, non potevo far iniziare questo lunedì senza una coccola mattutina.

Continua a leggere