PANE DI SEGALE CON SEMI MISTI

Avevo in mente di preparare questo pane da diverso tempo e devo dire che la sua semplicità, oltre che bontà, lo ha reso uno dei miei pani preferiti, soprattutto perché adattissimo alle schiscette di lavoro. Già Laura mi aveva convinto a farlo con il suo Smørrebrød,  poi la scorsa settimana al forno mi sono lottata per ottenere l’ultimo pezzetto di questo pane scuro e mi sono definitivamente decisa a farlo home made. Read more

BRIOCHE A LIEVITAZIONE NATURALE ALLE MELE

A volte sento il bisogno di fermarmi, sia mentalmente che fisicamente. Sento il bisogno di prendermi tempo, di rallentare i pensieri che viaggiano sempre a velocità supersoniche. Quando, ad esempio, devo tornare indietro di una pagina del libro che sto leggendo perché nel frattempo i miei pensieri si sono distaccati dalla storia perdendo passaggi importanti; oppure quando lui parla e io ho la testa altrove e passo per quella che non ascolta…beh, in effetti è vero, a volte sento ma non ascolto, ma è più forte di me, domare i pensieri in certi giorni mi è davvero difficile. Incastrare gli impegni, cercare di rispettare un scaletta o una tabella di marcia, io ci provo ma il mio spirito spesso va controcorrente, perché la verità è che io sono quella che compra le agende e dopo poco non le usa più, fotografa la lista della spesa e poi non la segue, perché tanto mi ricordo tutto. La maggior parte delle volte è così,  ma nei giorni di maggior traffico mentale è come se la matita si fosse spuntata e non riuscissi ad aggiornare la to do list che ho in testa, costringendomi a improvvisazioni e a qualche sbadataggine qua e là. E’ qui che spesso mia madre mi ricorda quanto assomigli a mio padre: “figlia mia, per parecchie cose sei uguale a tua padre, avessi ripreso qualcosa da me!“. Della serie mater semper certa est, ma nel mio caso pure il pater.

Read more

L’impasto della domenica: grissini a lievitazione naturale con farina macinata a pietra

Da un po’ di mesi a questa parte ho preso l’abitudine a panificare ogni week end. La mia pasta madre ha ormai quasi due anni, ma inizialmente mi capitava di rinfrescarla e di non utilizzarla, con il problema di ritrovarmi con troppo impasto rinfrescato. Adesso invece non ho di questi problemi, sia perché rinfresco e panifico ogni fine settimana, sia perché ho imparato a utilizzare l’esubero di rinfresco per fare delle schiacciatine “da divano” (mi piace chiamarle così) con sale grosso di Cervia davvero niente male!

Read more

Un altro pane della domenica. Pane alle patate

Il fine settimana per me ha il profumo di un dolce appena sfornato,  preferibilmente di mele, di arrosti e verdure in abbondanza, che magari salvano qualche cena del lunedì, di pasta all’uovo da stendere e farcire. Ma, come forse avrete intuito, ultimamente il nuovo protagonista dei miei week end è il pane. Che non sostituisce assolutamente le altre preparazioni, ma le arricchisce e rende il sedersi a tavola un momento di vero piacere. E per tutti quelli che pensano che questa preparazione porti via tempo, niente di più sbagliato. Preparare il pane non è difficile e nemmeno così lungo come si pensa. O meglio, ci vuole attesa e un po’ di attenzione. Una volta messi insieme gli ingredienti, pochi altri passi, un po’ di pazienza, e il pane è pronto da infornare. Con esercizio e pazienza si comincia a prendere familiarità con i tempi di lievitazione e ci si fa una vera cultura sulle tipologie di farine. Su quest’ultime non si smette mai di imparare, sono alla base di ogni preparazione del genere; più sono di qualità, più otterrete buoni risultati.
Ho sempre adorato andare a comprare il pane con mamma, rientrare in macchina con la busta ancora calda e profumata, staccarne un pezzo con le mani e mangiarlo ancora caldo. Amo tutt’ora entrare in un forno e restare indecisa fino all’ultimo su che pane comprare, puntare i piccoli panini al latte, i filoni integrali e qualche dolcino qua e là.

Read more