“Mamma, domenica veniamo all’agriturismo, va bene?” – “Certo, così pranziamo tutti insieme. L’ho già detto alla Cate. Ho pensato di fare gli gnocchi, quindi non arrivare tardi che mi devi dar mano prima di buttarti in piscina”. E così è stato, in una calda domenica di fine estate. Ve l’ho già detto qui che per me l’agriturismo di Caterina è un posto magico, una location da sogno, un mondo in cui immergersi e non voler più venir via. Con mia mamma in cucina ritorno un po’ bambina, adoro vederla indaffarata e preoccuparsi dei suoi commensali. Mia mamma coccola le persone, coccola i clienti a colazione, cerca sempre di preparare qualcosa in più di modo che non manchi mai niente.  A volte vorrei essere come lei, sempre disponibile e pronta, sempre piena di energie anche se l’età si fa sentire.
E qualche domenica fa mamma ci ha coccolato con gli gnocchi di patate: preparati, lessati, conditi, mangiati e rimangiati.  E dopo aver fatto tutti il bis ha avuto il coraggio di dire: “adesso che vi porto?” – “No basta Brigida, siamo pieni, davvero!”.

Quando mamma fa gli gnocchi starei a guardarla per ore, per riempirmi la mente di ricordi e gli occhi di bellezza.

Nella ricetta originale di mia madre sono previsti 300g di farina circa (poi dipende da quanta ne necessita la patata, quindi inizialmente è sempre preferibile non aggiungerla tutta in una volta, ma sentire sotto le mani l’impasto e valutare se aggiungerne altra o meno), ma da qualche anno taglia la farina con un po’ di fecola, ottenendo risultati migliori con patate anche non proprio farinose.

INGREDIENTI:
1kg di patate
170g farina
100g fecola di patate
1 uovo intero
1 tuorlo
noce moscata
sale

PROCEDIMENTO:
Utilizzate patate farinose perché durante l’assemblaggio necessiteranno di meno farina. Lessatele e sbucciatele ancora calde. Schiacciatele con lo schiacciapatate e distendetele su una spianatoia di modo che si intiepidiscano. Versate tutto intorno la farina insieme alla fecola. Aggiungete poi uova, sale e noce moscata. Impastate molto velocemente e poco, giusto il tempo di mettere insieme gli ingredienti. Non aspettate che le patate siano totalmente fredde, il giusto calore (che non cuocia l’uovo) favorisce l’assemblaggio. Prelevate una piccola dose di impasto, formate dei rotolini e tagliateli col coltello in tanti piccoli tocchetti. Aiutatevi con della farina se necessario, come nelle foto. Riponete i vostri gnocchi su un vassoio infarinato senza sovrapporli. Lessate gli gnocchi un po’ per volta in abbondante acqua bollente. Saranno pronti una volta venuti a galla. Scolateli e conditeli a piacimento stando attenti a non rimestarli troppo. Conditeli a piacimento. Mia mamma aveva preparato per l’occasione un buon sugo con i pomodori freschi e del basilico aggiungendo un po’ di burrata all’ultimo momento prima di servire.
CategoriesCucina Toscana
Pane Vino & Zucchero

Ciao, benvenuto nel mio blog. Mi chiamo Francesca, sono laureata in Economia, ma da quasi sempre sono appassionata di cucina. Amo le torte di mele, gli arrosti e la pasta fatta in casa.

  1. Carla says:

    Che bello avere una mamma come la tua! Questi gnocchi sembrano proprio buoni!
    Io purtroppo non mi ci sono mai cimentata, li ho sempre comprati o assaggiati da amici o in qualche ristorante. Mai che una ricetta fosse uguale all'altra, ma forse la cucina è proprio questo! Come vorrei assaggiare anche quelli di tua mamma!

    ps: foto bellissime!

  2. Marina says:

    Si respira proprio l'atmosfera di casa nei tuoi bellissimi scatti rubati, deve essere un agriturismo speciale questo qui 🙂
    Mi salvo il trucco della fecola, grazie per averlo condiviso.
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.