Occhi di bue rustici allo yogurt e grano saraceno

Dopo la crostata al limone, passiamo a una ricetta un po’ più light, sempre a base di frolla, ma senza l’utilizzo del burro; giusto per abbattere un po’ i sensi di colpa, senza rinunciare a qualcosa di dolce. Chi mi conosce un po’ sa che la frolla è il mio balsamo per l’anima, mi riporta indietro nel tempo e il suo richiamo è sempre molto forte; e questa volta  lo è stato ancor di più dopo aver passato cinque giorni fuori in trasferta lavorativa, dove non ho praticamente toccato fornello e mangiato sempre fuori. Arrivato il week end ho sentito proprio l’esigenza di fare qualcosa che mi facesse sentire a casa.

A causa della trasferta mi sono ritrovata un po’ di yogurt vicino alla scadenza e ho quindi pensato di impiegarlo in un dolce. Avrei potuto fare questa ciambella, il mio evergreen (se non l’avete ancora fatta sbrigatevi!), ma ero a corto di altri ingredienti e quindi ho improvvisato con quello che avevo. Mi sono ricordata che mia madre a volte, quando ero piccola, preparava delle caramelline di frolla allo yogurt ripiene di ceci e cacao (ricetta tipica di giù strabuona), e quindi mi sono detta, perchè no?! Una frolla, con lo yogurt e dal sapore e dall’aspetto un po’ rustico. Fa proprio tanto “casa”. Ho deciso di utilizzare un po’ di grano saraceno, per ottenere un aspetto e un sapore più rustico. Questo occhi di bue sono perfetti per chi cerca una colazione o una merenda light e non troppo dolce.

CROSTATA RUSTICA CON FROLLA ALLO YOGURT

Ingredienti:
130di farina 0
130g di farina di avena
40g di farina di grano saraceno (facoltativo) *
125g di yogurt bianco cremoso
120g di zucchero di canna + altro
1 uovo
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
Confettura a scelta

*potete utilizzare 300g di farina 0 per dolci

In una ciotola unite tutti gli ingredienti per la frolla, quindi farine, yogurt, zucchero e uovo. Mescolate fio a formare un impasto omogeneo. Dovete ottenere un impasto morbido e compatto. Lavoratelo con le mani velocemente e mettetelo a riposare in frigo per almeno una mezz’ora (*). Se il vostro yogurt è troppo liquido rimodulate di poco la dose di polveri e aggiustate con un po’ di olio di semi. Riprendete il vostro impasto (se troppo freddo lasciato stemperare a temperatura ambiente), infarinate il piano e stendetelo dello spessore di 3-4 mm circa. Con lo stampito apposito create i vostri occhi di bue. Posizionate i biscotti su una teglia ricoperta di carta forno, cospargete la superficie con lo zucchero di canna e infornate a 180° per 12-15 minuti. Sfornate, fate stiepidire su una grata e farcite con la vostra confettura (io more). Servite con un po’ di zucchero a velo cosparso sopra.

(*) non fate riposare troppo questa frolla in frigo perchè tende a tirar fuori i grassi contenuti nello yogurt. Nel lavorarla, se troppo umida, basterà utilizzare più farina per la stesura.

Pane Vino & Zucchero

2 Comments

  1. Rispondi

    Laura De Vincentis

    24 Settembre 2018

    Solitamente sostituisco il burro con l’olio ma l’idea di sostituirlo con lo yogurt che a casa non manca mai mi incuriosisce proprio tanto. Molto accattivanti questi occhi di bue rustici, ecco come iniziare la giornata con un sorriso. Buona serata

    • Rispondi

      Pane Vino & Zucchero

      24 Settembre 2018

      Ciao Laura, che piacere!!! Mia mamma fin da piccola mi ha preparato la frolla allo yogurt confezionando delle caramelline ripiene di impasto al cacao. Di regola ogni 300g di farina utilizzava un uovo e un vasetto di yogurt. La dose di zucchero variava, perché spesso andava a occhio. Se non usi tutta farina 0, come ho fatto io, ti consiglio di stare attenta al grado di assorbimento dei liquidi delle farine che vai ad utilizzare e anche dal tipo di yogurt (alcuni sono più sodi, altri più liquidi). Per esempio ho notato che con la farina tipo 1 o 2 non si ottiene un buon risultato! Nell’evenienza uso l’olio per “aggiustare” l’impasto se sento che ne ha bisogno 😉 . Buona serata a te!
      Francesca

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RELATED POSTS