Occhi di bue rustici allo yogurt e grano saraceno

Dopo la crostata al limone, passiamo a una ricetta un po’ più light, sempre a base di frolla, ma senza l’utilizzo del burro; giusto per abbattere un po’ i sensi di colpa, senza rinunciare a qualcosa di dolce. Chi mi conosce un po’ sa che la frolla è il mio balsamo per l’anima, mi riporta indietro nel tempo e il suo richiamo è sempre molto forte; e questa volta  lo è stato ancor di più dopo aver passato cinque giorni fuori in trasferta lavorativa, dove non ho praticamente toccato fornello e mangiato sempre fuori. Arrivato il week end ho sentito proprio l’esigenza di fare qualcosa che mi facesse sentire a casa. (altro…)

Crostata al limone

Eccoci qua, ancora tre giorni e siamo a Settembre. Io l’estate l’ho sempre adorata: il mare, le giornate lunghe, la tintarella, gli aperitivi, le cene all’esterno. Tutto molto bello, ma….quest’anno non vedo l’ora sia autunno. Sul serio. Chi mi conosce un po’ penserà che sono impazzita, ma secondo me è semplicemente la vecchiaia che avanza. Nella mia testa vagano già idee gratinate per i pranzi domenicali, impasti addormentati in attesa di risveglio la domenica mattina, torte di mele, passeggiate nei colori caldi del giallo e dell’arancione e il rumore delle foglie secche sotto i piedi. Insomma, c’è chi sogna la California, io sogno l’autunno (anche se, un viaggetto negli States me lo farei volentieri). Capirete, quindi, che venerdì scorso, appena rientrata in casa, le prime cose che ho fatto, oltre alle lavatrici, sono state un pane e una bella crostata. Avrei messo sul fuoco anche un bel ragù, ma ho avuto ritegno. (altro…)

Il mio menu Americano per il contest “Latti da Mangiare 4.0”

Eccoci arrivati alla quarta edizione del contest organizzato dalla Storica Fattoria Il Palagiaccio dedicato alla valorizzazione dei suoi prodotti caseari. Il contest si chiama Latti da Mangiare e prevede l’utilizzo di uno o più prodotti scelti per la creazione di un menu composto da un piatto salato e uno dolce. Quest’anno sono stati previsti due temi tra cui scegliere: il tema “American” o il “Fusion Orientale”. Sono stata indecisa fino all’ultimo, ma alla fine sono andata di pancia e ho deciso di optare per il menu statunitense. (altro…)

La schiaccia della domenica

Avete presente la schiaccia bella scrocchiarella e non troppo alta? Perfetta da sola o farcita con prosciutto crudo o mortadella? Quella bella saporita, che si accompagna bene a una birra ghiacciata o, per me che sono toscana, anche a un gottin di vino rosso? Sì, proprio quella. Ecco, è la mia schiaccia del week end. Ormai è diventato talmente automatico impastare che a volte mi scordo di dosare gli ingredienti perchè so già cosa voglio ottenere e che consistenza deve avere l’impasto. Talvolta, variando semplicemente le farine e in base alle temperature del giorno, ottengo risultati leggermente diversi, ma pur sempre buonissimi. Di regola utilizzo la farina di tipo 1 macinata a pietra, ma capita anche di usare la 0 o un mix di farine (farro, sorgo, teff, tipo 2, ecc.); in base a questo mi regolo di conseguenza con i liquidi, a seconda del grado di assorbimento delle farine. (altro…)