Insalata croccante con fave e pecorino

Un blog non riporta solo ricette ma anche qualche idea o spunto. Dico questo perchè in verità non penso di poter definire questa insalata una ricetta. Come direbbe Barbieri “hai messo insieme gli ingredienti”. Beh, si, è vero ho messo insieme fave e pecorino in un piatto, ma visto che ogni volta questa insalata fa la sua porca figura, sento di poterla condividere qui e darvi uno spunto qualora foste a corto di idee (non si sa mai).

La mia cucina è soprattutto semplicità, chi mi segue e/o mi conosce lo sa bene. I miei ingredienti base sono odori, uova, farina, sale, pepe, olio…basta poco e fai un piatto, anzi, potreste farne uno diverso ogni giorno della settimana utilizzando quelli appena citati. Perché la cucina è anche questo, è improvvisazione e sapersi arrangiare, con gusto aggiungerei.Ho preparato di recente questa insalata per una cena tra amici; la tavola dove mangiamo non è molto grande e servire i baccelli per intero avrebbe creato problemi di spazio, anche successivamente per gestire gli scarti. Quindi ho risolto pulendo e assemblando gli ingredienti. Il pane croccante è stata un’aggiunta dell’ultimo momento, ricordando un po’ la panzanella croccante che ogni tanto viene servita al posto della tradizionale. La cipolla di tropea, credetemi, si sposa benissimo!

Insalata croccante con fave e pecorino

Ingredienti: baccelli, pecorino, cipolla di tropea, sale e pepe, olio evo e qualche fetta di pane casereccio. Le quantità decidetele voi a piacimento, l’importante è che i sapori siano ben bilanciati e che in un singolo boccone ci siano tutti gli ingredienti.

Procedimento: pulite i baccelli e estraetene le fave. Io a quelle più grandi tolgo anche la prima “pelle”, ma è una questione personale perché trovo l’interno più dolce. In una ciotola unite alle fave il pecorino tagliato a cubetti e la cipolla di tropea. Condite con sale, pepe e olio. Tagliate a cubetti le fette di pane e fateli saltare in poco olio in padella. Dovranno dorarsi. Il pane potrebbe assorbire l’olio, aggiungetene dell’altro se necessario facendo attenzione che non si brucino i cubetti.  Aggiungete all’insalata e mescolate. Servite.

1 Commento

  1. Rispondi

    Carla

    10 Maggio 2017

    Questa insalata non è per niente scontata, è semplice ma di effetto. Sicuramente è come dici te, a tavola fa la sua porca figura! :-)))

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

Ciao, sono Francesca. Amo le crostate, le torte di mele, gli arrosti della domenica e la pasta fatta in casa, ripiena e non. Se fossi un dolce sarei una zuppa inglese, come quella che preparava mia nonna Pierina.

CATEGORIA