T

Torta salata con verza, patate e formaggio

Per me questa è stata per davvero una ricetta svuota frigo. Non sono una grandissima amante delle torte salate, lo ammetto; su questi schermi ne avrete vista forse una sola se mi seguite da qualche anno. Preferisco mangiare le verdure in altro modo ma, come al solito, non cucino solo per me. E poi le torte salate possono (anzi, devono) essere preparate in anticipo, raramente non piacciono e sono un bel rinforzo se in casa avete un “essere” dal metabolismo superveloce e con una fame da lupi come nel caso della sottoscritta (ovviamente non sono io 😉 ).

Verza e patate sono una garanzia, credetemi. Aggiungeteci del formaggio e una crosta burrosa e il gioco è fatto. Non c’è stato bisogno di aggiungere uova o latticini (se non pezzetti di formaggio avanzato) perché la patata lega che è una meraviglia. Con le dosi che vi darò vi avanzerà un po’ di farcia, anche a cucchiaiate è buonissima. Infatti io mi preparo della farcia in più, lui si becca la versione in “crosta” gratinata e siamo entrambi contenti.

Potete usare la brisée già pronta o farla da soli (è davvero veloce, credetemi); ma anche una pasta matta o una sfoglia salata andrà benissimo. Sentitevi liberi di utilizzare un altro formaggio o di sostituirlo con una salsiccia (male male non sta) o dello speck. Io alla base ho stufato la verza col porro, ingrediente che non manca quasi mai perchè si presta a insaporire un sacco di pietanze, ma essendo a fine della sua stagionalità potete sostituirlo con cipolla o aglio.

Torta salata con verza, patate e formaggio

  • Porzioni: 4-6
  • Problema: facile
  • Stampa

ingredienti

    Per la Brisée (se non la avete già pronta)
  • 200g di farina
  • 1oog di burro
  • 40g circa di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • Per la farcia
  • 450g circa di verza
  • 2 porri
  • 400g circa di patate (io 4 patate piccole vecchie)
  • 150g circa di formaggio tipo Edamer, scamorza o altro similare a piacimento
  • acqua o brodo vegetale
  • sale, pepe q.b.
  • olio evo
  • parmigiano grattugiato q.b.

Istruzioni

  1. Preparate la brisée. In una ciotola versate la farina, unite il burro tagliato a tocchetti (non troppo morbido) e il sale. Impastate con le mani fino a ottenere delle grosse briciole, unite l’acqua e continuate ad impastare fino a formare una palla. Non dovrete avere residui di farina o burro in ciotola. Dategli una forma rettangolare schiacciata, avvolgetela in della carta forno e trasferite in frigo per circa 30 minuti.
  2. Tagliate a rondelle sottili il porro e fatelo rosolare in un po’ di olio evo in una grossa padella dai bordi alti stando attenti a non bruciarlo, nel caso aggiungete un goccio di acqua.
  3. Tagliate sottilmente anche la verza (al netto delle foglie più dure). Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti non troppo grandi. Unite verza e patate ai porri, salate, pepate e rimestate il tutto per insaporire. Allungate con un bicchiere abbondante di acqua/brodo e coprite. Lasciate cuocere fino a quando sia verdure che patate saranno asciutte, morbide ma non sfatte. Ci vorrò circa 12-15 minuti, allungate con ulteriore acqua se necessario.
  4. Accendete il forno a 180°. Trasferite le verdure in una ciotola, verificate che non vi siano residui di acqua sul fondo. Unite il formaggio tagliato a cubetti.
  5. Prendete la vostra pasta brisée . Infarinate il piano e stendetela sottilmente con il mattarello. Trasferitela in uno stampo da crostata e bucherellate la base con una forchetta.
  6. Riempite la vostra base con la farcia, unite una bella grattugiata di parmigiano e infornate a 180° per 30 minuti circa. Sfornate, lasciate intiepidire o raffreddare su una gratella e servite.
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.